Homepage > Organizzazione > Museo della Scienze Sanitarierss feed

Museo delle Scienze Sanitarie

 

Il museo, inaugurato nel marzo del 2010, ripercorre la storia della sanità triestina dalla fondazione dell’Ospedale Maggiore di Trieste, già Ospedale Civico (1841, Imperial-Regio Ospedale Generale), alla prima meta del ‘900. Anni in cui la medicina triestina si è fatta onore, ed il museo ne è la prova.

L’esposizione rappresenta l’evoluzione materiale avvenuta nella scienza medica. Si trova nell’atrio della Biblioteca di Medicina presso il nosocomio di Cattinara, a Trieste. Riunisce strumenti e oggetti recuperati al momento della dismissione dei vari ospedali cittadini, oppure oggetto di dono da parte di enti pubblici o privati. La proprietà è dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria.

Artefici e animatori del polo espositivo sono il prof. Euro Ponte, Eminente Studioso e storico della Medicina, e il dott. Mario Nicotra, appassionato cultore della materia. La dott. Anna Krecic, dei Musei Civici triestini, si è occupata dell’allestimento.

La collocazione “aperta” entro l’area studio della Facoltà di Medicina non è casuale. Si pone quale momento di riflessione e riferimento culturale per gli studenti, e si rivolge alla generalità dei fruitori della struttura sanitaria.



Gli oggetti sono esposti entro una serie di bacheche organizzate per aree disciplinari.

Una prima bacheca bassa dedicata a:

Ginecologia e Ostetricia

Forcipi di Naegele, 44 e 33 cm, ferro cromato (foto M. Nicotra)

 

Otorinolaringoiatria

Tonsillotomo di Sluder-Ballenger a ghigliottina della prima meta XX sec. (foto M. Nicotra)

 

Chirurgia Generale e Specialistica

Maschera per anestesia di Schimmelbusch della fine XIX sec. (foto M. Nicotra)

 

Laboratorio di Analisi ed Esami Strumentali

Centrifuga a mano del 1908 (foto M. Nicotra)

 

Assistenza del Paziente

Umettatore per labbra con nel riquadro la ricostruzione attuale (foto M. Nicotra)

 

Quindi una bacheca verticale dedicata alle Terapie Particolari e alla Cardioangiologia

Elettrocardiografo portatile Medek & Schorner del 1930-40 (foto M. Nicotra)

 

Ancora una bacheca verticale dedicata all’Urologia, con alcune curiosità

Cateterostato di Dufaux dell'inizio XX sec., dono sig.ra B. de Favento (foto M. Nicotra)

 

Infine una bacheca grande per i Reperti Voluminosi

Sedia mobile a ruote in paglia di Vienna (foto M. Nicotra)

 

Per il dettaglio si rimanda alla Guida di Mario Nicotra, vero e proprio catalogo esplicativo della raccolta.

 

Nel 2010 è inoltre uscito un interessante cd-rom: Percorsi storici della medicina triestina. Un CD multimediale alla scoperta di reperti e documenti del Museo delle Scienze Sanitarie dell'Università degli Studi di Trieste